Progetto: Concerto di meditazione sui temi della Passione 2018

Le sette parole di Nostro Signore Gesù Cristo in croce

Durata del progetto
da Gennaio a Marzo 2018

Concerto finale
Luogo e data da definire

Scadenza adesioni bando
23 Gennaio 2018

Foto pasqua 2017Il progetto

Dopo il successo dello scorso anno, con l’esecuzione dello Stabat Mater di Rheinberger e la partecipazione di ben 12 coristi esterni, il fulcro del concerto-meditazione sui temi della Passione sarà costituito quest’anno dall’opera “Le sette parole di Nostro Signore Gesù Cristo in croce”, del compositore Pietro Allori.  

Pietro Allori

Nato il 18 maggio 1825 a Gonnesa, piccolo centro nella Sardegna sud-occidentale a vocazione mineraria, Pietro Allori frequentò il seminario regionale di CuglieriMentre ancora completava gli studi di teologia, studiò intensamente il clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach, e ciò lo indusse, pur se dotato di notevolissime qualità e di una grande facilità di lettura, ad approfondire le proprie conoscenze in composizione sotto la guida dei maestri Alessandro Esposito e Rodolfo Cicionesi del Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, e in polifonia antica con il maestro Amerigo Bortone del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Divenuto sacerdote nel 1951, fu viceparroco a Gonnesa fino al 1954. Trasferitosi in seguito nella vicina Iglesias (ove restò fino alla sua morte, sopravvenuta il 31 marzo 1985), vi divenne nel 1955 maestro di cappella della cattedrale. 

L’opera Risultati immagini

La pratica delle tre ore d’agonia di Nostro Signore Gesù Cristo presso la Cattedrale di Iglesias era una delle funzioni devozionali più sentite e di più vasta partecipazione popolare. Essa poteva aver luogo solo nella Cattedrale e si svolgeva dalle ore 12 alle ore 15 del Venerdì Santo. La funzione si articolava in sette sermoni, compresi tra un’introduzione e una riflessione finale e intercalati da letture evangeliche sui temi di Passione e da canti popolari sacri. 

Nelle “Sette parole di Nostro Signore Gesù Cristo in croce” di don Pietro Allori, i sette canti polifonici costituiscono l’interpretazione delle letture evangeliche, senza per altro sostituirsi ai canti popolari più devoti. 

Di struttura rigorosamente corale, a quattro voci senza personificazioni di narratori o personaggi, il discorso delle sette ultime parole di Gesù Cristo si snoda in sette brani trattati sullo schema del responsorio: ovvero la contrapposizione timbrica e di masse sonore si attua tra il coro che apre e conclude ogni brano e i “soli” (un gruppo ristretto sempre a quattro voci) che intercala eseguendo la parte più significativa della parola. Nella sesta e settima parola il discorso delle alternanze e delle ripetizioni si affina suggestivamente, poiché l’autore affida all’intera sfera dei bassi ora la voce di Cristo, ora quella dell’evangelista, ricollegandosi così alla tradizione delle Passioni barocche. Nel complesso tuttavia l’opera risente soprattutto della compattezza armonica che fu di Bach, rinnovata attraverso lo studio dell’espressività nelle dissonanze e nelle modulazioni: caratteristiche queste che don Allori adoperò per rappresentare icasticamente, in ognuno dei sette brani, sentimenti ispirati dal mistero della Passione e Morte di Gesù Cristo.
[dalla Nota introduttiva delle “Sette parole di Nostro Signore Gesù Cristo in croce”] 

Le prove

Le prove si terranno nei locali della Parrocchia Madonna della Strada (via Mario De Martis 1, Cagliari) secondo il seguente calendario: 

  • Mercoledì 24 Gennaio ore 19.30 – 22 
  • Mercoledì 31 Gennaio ore 19.30 – 21 
  • Martedì 6 Febbraio ore 19.30 – 22 
  • Mercoledì 7 Febbraio ore 19.30 – 21 
  • Mercoledì 14 Febbraio ore 19.30 – 21 
  • Mercoledì 21 Febbraio ore 19.30 – 21
  • Martedì 27 Febbraio ore 20 – 22 
  • Martedì 6 Marzo ore 19.30 – 22 
  • Martedì 13 Marzo ore 19.30 – 22 
  • Mercoledì 14 Marzo ore 20 – 22 
  • Martedì 20 Marzo ore 19.30 – 22 
  • Mercoledì 21 Marzo ore 19.30 – 21 

I destinatari

La partecipazione è aperta a tutti i cantori di sesso maschile e femminile, senza limite di età o di numero. È richiesta l’autonomia nell’apprendimento della parte e, preferibilmente, esperienza in contesti corali. 

La domanda di partecipazione dovrà pervenire via mail entro il 23 Gennaio 2018 all’indirizzo corohicetnunc@gmail.com e dovrà contenere la domanda di iscrizione (vedi pagina 3) nella quale si dichiara la disponibilità a partecipare alle sessioni di prova.  

I costi 

Il contributo di partecipazione è stabilito in € 70. 

BANDO DI PARTECIPAZIONE

Informazioni  

Per ulteriori informazioni potete contattare il Direttore del Coro, Tobia Simone Tuveri, attraverso i seguenti recapiti: 

 +39 3406645450 

tobtuv@gmail.com 

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu